Sono organi della Fondazione:

  • il Presidente;
  • il Consiglio di Amministrazione;
  • il Revisore dei conti

Le cariche di Presidente e Consigliere della Fondazione sono gratuite e possono dare luogo al rimborso di spese solo quando preventivamente autorizzate dal Consiglio di Amministrazione.

Il Presidente della Fondazione RSA Cà d’Industria O.N.L.U.S. è eletto dal Consiglio di Amministrazione.
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione ha la rappresentanza legale della Fondazione di fronte a terzi ed in giudizio.
In particolare, il Presidente che è il legale rappresentante della Fondazione, convoca il Consiglio di Amministrazione, ha facoltà di rilasciare procure speciali e di nominare Avvocati e Procuratori alle liti, cura i rapporti con gli altri Enti e le Autorità e sviluppa ogni utile iniziativa di collegamento con le Amministrazioni e ogni altra organizzazione inerente l’attività della Fondazione.
Esercita tutte le funzioni ed i poteri che il Consiglio di Amministrazione gli delega ed in caso di urgenza adotta con ordinanza provvedimenti di ordinaria amministrazione di competenza del Consiglio di Amministrazione.
Le ordinanze presidenziali sono immediatamente esecutive ma devono essere ratificate a pena di decadenza, dal Consiglio di Amministrazione nella prima seduta utile.

Il Consiglio di Amministrazione è composto da 7 membri, compreso il Presidente, di cui:

  • Cinque nominati dal Comune di Como
  • Uno nominato dalla Regione Lombardia
  • Uno nominato dalla Provincia di Como

I membri durano in carica un anno decorrenti dalla data d’insediamento del Consiglio di Amministrazione.
L’Ente è retto da un Consiglio di Amministrazione composto da sette membri.

Al Consiglio di Amministrazione competono, ai sensi dello Statuto, i seguenti compiti:
Il Consiglio di Amministrazione assume le proprie decisioni su qualsiasi argomento inerente l’ordinaria e straordinaria amministrazione.

In particolare il Consiglio:

  1. approva il bilancio preventivo, il conto consuntivo annuale e la relazione morale e finanziaria;
  2. delibera le modifiche dello Statuto da sottoporre alle competenti autorità per l’approvazione secondo le modalità di legge;
  3. predispone ed approva i programmi fondamentali dell’attività della Fondazione e ne verifica l’attuazione;
  4. approva il regolamento generale di funzionamento della Fondazione, potendo prevedere in tale contesto il conferimento di poteri di spesa ai dirigenti della Fondazione sulla base di attribuzione di budget e/o progetti;
  5. delibera l’accettazione di donazioni e lasciti e le modifiche patrimoniali;
  6. adotta i regolamenti interni e le istruzioni fondamentali sull’attività della Fondazione;
  7. nomina il Direttore della Fondazione esterno al Consiglio;

Tali atti non possono essere adottati in via d’urgenza da altri organi dell’Ente, mentre gli atti di ordinaria amministrazione possono essere adottati in via d’urgenza dal Presidente, salva successiva ratifica del Consiglio di Amministrazione.